TUCONFIN - Tutela Consumatori Finanziari - nasce con lo scopo di aiutare, informare e difendere i consumatori.

L'associazione ha come obiettivo principale di rappresentare e difendere i consumatori dai prodotti finanziari, in particolare dai MUTUI IN EURO INDICIZZATI AL CHF erogati dai vari istituti di credito, in particolare da  Barclays Bank Plc.

TUCONFIN viene fondata il 06.05.2016, dopo una lunga collaborazione da semplici attiviste attive, tra Franca Berno e Sheila Meneghetti, entrambe parti "lese" dal 2007 da un prodotto erogato da Barclays Bank Plc.

TUCONFIN si differenzia da qualsiasi associazione esistente poiché fondata e formata da un team di persone che hanno subito in prima persona gli effetti di un prodotto finanziario sbagliato o comunque inadatto alle proprie esigenze familiari.

Il nostro motto? Uniti e Avanti Sempre!!

PERCHE’ NASCE TUCONFIN?

TUCONFIN nasce dall’esigenza di mettere a disposizione delle persone tutti quegli strumenti e quelle informazioni che gli diano la possibilità di potersi difendere sia a livello extragiudiziale e sia a livello di giudizio.

TUCONFIN grazie alla propria rete di collaboratori sempre in espansione, e non solo a livello nazionale, permette una libera scelta tra azioni singole, di gruppo o comuni o di classe…

COSA STIAMO FACENDO? 

Come “privati” siamo partiti nel 2011, scrivendo semplicemente sul web, in particolare sul sito IMMOBILIO.IT. Da qui siamo riusciti a raggruppare oltre centinaia di famiglie che dal 2012 stanno portando avanti la loro battaglia legale.

Da allora seguiamo, informiamo e aiutiamo chiunque chieda aiuto creando una rete di comunicazione tra tutti a partire dalla parte lesa fino al professionista o a qualsiasi altra associazione che vuole accedere a tutte quelle informazioni che gli possano permettere una maggior tutela del proprio assistito.

PERCHE’ ASSOCIARTI e/o SOSTENERCI?

TUCONFIN vive grazie al lavoro di persone accomunate dallo stesso problema, le quali si sono prefisse lo scopo di aiutare anche il prossimo… come? Tramite collaborazioni, pubblicità, interviste, interventi al Governo e in Europa e molto altro ancora…

Se non siamo i primi a lottare per un problema che ci affligge direttamente, nessun altro lo farà per noi.

Ma per farlo non basta solo la buona volontà… abbiamo bisogno di tutto l'aiuto possibile.. anche quello economico!!!

Se credi in ciò che facciamo, seguici, aiutaci a darci visibilità e sostienici. Il nostro problema potrebbe essere anche il tuo o quello dei tuoi figli… facciamo in modo che questo non accada mai più.

Attraverso lo strumento dell'associazione sarà possibile condividere a tutti i livelli tutte le conoscenze necessarie per risolvere il problema.

I componenti dell’associazione sono dei mutuatari truffati proprio come te e ci mettono il cuore nell’espletare il proprio lavoro.

E' stato creato il sito web tuconfin.it interamente a spese di volontari per avere un punto di riferimento per tutti gli utenti con contenuti specializzati e/o mirati.

Per poter accedere al servizio di consulenti altamente specializzati necessari per risolvere il nostro problema nel presente e nel futuro e affinchè non accada MAI più a nessuno, serve essere in tanti , solo suddividendo i costi tra tutti sarà possibile anche attivare una azione di classe per coloro che non possono permettersi una causa legale singola.

COSA COMPRENDE LA QUOTA ASSOCIATIVA

Oltre al sito web accessibile a tutti, per i soci sono messi a disposizione seguenti servizi che sono compresi nella quota associativa:

• Un’area riservata nel sito tuconfin.it contenente i form pre-impostati del reclamo alla banca e all'ABF, oltre ai fogli di calcolo per effettuare i controlli sui conteggi dei conguagli semestrali della banca

• Un numero telefonico dedicato e un indirizzo mail dedicato per fornire ai soci una guida sulle azioni da intraprendere e uno spazio per esporre i propri dubbi negli orari indicati.

• La quota associativa serve per sostenere tutte le spese vive dell’associazione, dalla graffetta aI viaggio aereo sino ad arrivare alle collaborazioni costanti, di cui alcune già attive, con professionisti altamente preparati ed inseriti in un contesto di potere legislativo nazionale e internazionale.

LA QUOTA ASSOCIATIVA NON COMPRENDE:

• La stesura personalizzata da parte dell'associazione dei reclami per i quali a richiesta verrà fornito un preventivo.

• Il controllo personalizzato dei conteggi dei conguagli semestrali e delle certificazioni della banca

• I costi legali dell’ azione di classe che sarà possibile quantificare solo quando si sarà raggiunto un numero di aderenti che possano dare ragione a tale azione.

ART. 4 dello StatutoL'adesione all'Associazione è annuale e con pagamento con carta di credito o Paypal il rinnovo sarà automatico. Per effettuarne il recesso è necessario inviare richiesta scritta a segreteria@tuconfin.it almeno un mese prima della scadenza.

Quindi, Uniti e Avanti Sempre!!

MUTUI IN EURO INDICIZZATI AL CHF EROGATI DA BARCLAYS PERCHE’ QUESTA “RIVOLTA”:

Va innanzitutto detto che Barclays  ha venduto un mutuo in CHF  “nascondendolo” al suo interno ad un mutuo in EURO. Questa affermazione è supportata dal fatto che nel contratto stipulato, tutto è espresso in euro, come il documento di SINTESI, il piano di ammortamento allegato al contratto e tutte le loro informative inviate periodicamente.

A partire dagli anni 93 fino al 2011, Whoolwich poi acquisita da Barclays Bank Plc,  ha consigliato alle famiglie (9.978) di stipulare un mutuo in euro indicizzato al franco svizzero assicurando tassi più bassi grazie al fatto che il Libor (tasso d’interesse di mercato a cui le banche si scambiano prestiti in franchi svizzeri) è più basso dell’Euribor. La banca lo proponeva a giovani e anziani e a tutte quelle categorie che altrimenti non avrebbero avuto accesso ad un credito vendendolo come unica soluzione sicura e abbordabile a livello di rata mensile poiché gli INTERESSI erano indicizzati su una moneta stabile, quella elvetica appunto… senza però chiarire e specificare che l’andamento del cambio avrebbe inciso, invece, su tutto il CAPITALE EROGATO.

Perché SOLO oggi ci lamentiamo?

Questa mancata trasparenza ha impedito a tutti noi di comprendere il RISCHIO ELEVATO a cui saremmo stati esposti con l'erogazione di questo mutuo, non sottoponendo ai mutuatari tutte le informative necessarie e utili a valutare il reale rischio.
Nella stragrande maggioranza dei casi la banca ha fin dall'origine maggiorato il tasso di cambio a suo favore, rendendo sfavorevole già in fase di sottoscrizione questo mutuo nel caso di chiusura anticipata
Altresì nel caso di surroga o estinzione anticipate è emerso un altro fattore per noi sfavorevole e inaspettato, il pagamento di una onere aggiuntivo, dato dalla rivalutazione sul capitale (con un meccanismo molto fumoso sul quale si sta facendo chiarezza).

E ora, grazie anche ad un andamento di mercato negativo rispetto alla condizioni imposte a rogito,  ci ritroviamo con un mutuo che praticamente non diminuisce mai...

POLITICA :

  • M5S:
  • PD
  • CASSON

 

DOVE CI TROVATE:

FORUM di IMMOBILIO.IT

Gruppo pubblico su Facebook

https://www.facebook.com/groups/1537694869834679/

pagine ufficiali:

https://www.facebook.com/tuconfin

Twitter

Linkedin,

CHI SONO LE FONDATRICI e LA LORO STORIA:

BERNO FRANCA

Fondatrice e Presidente dell'associazione Tutela Consumatori Finanziari, TUCONFIN

Esperta in business plan e controller management aziendali,

dopo aver scoperto nel 2011 di avere il problema del mutuo in valuta, inizia la sua battaglia personale contro la banca Barclays Bank Plc.

Inizia a scrivere la sua storia in internet e li conosce Sheila Meneghetti.

Da allora diventano attiviste attive sul web per aiutare altre persone con il medesimo problema.

A maggio 2016 fonda insieme a Sheila Meneghetti l'associazione consumatori TUCONFIN - Tutela Consumatori Finanziari- con lo scopo di aiutare, informare e difendere i consumatori.

Oggi, la nostra lotta comune si è trasformata nella nostra ragione di vita:

"chiunque voglia accendere un mutuo, un prestito, un leasing o qualsiasi altra forma di finanziamento non può essere coinvolto in operazioni così rischiose. I Consumatori passati, presenti e futuri devono essere tutelati." Il nostro motto? "Uniti e avanti sempre!"

Nel caso di Franca Berno, su un mutuo di 80mila richiesto nel 2007, con la chiusura dello stesso nel 2011, e con un residuo di 73mila dichiarato nelle informative che arrivavano, ha dovuto pagare a Barclays  la rivalutazione di 30mila euro chiudendo cosi a 103mila€.  Il tutto con una nota arrivata via mail a 2 giorni dall’atto di vendita.

SHEILA MENEGHETTI

Fondatrice e Vice Presidente dell'associazione Tutela Consumatori Finanziari, TUCONFIN

SHEILA MENEGHETTI, dopo aver scoperto nel 2010 di avere il problema del mutuo in valuta, inizia la sua battaglia personale contro la banca Barclays Bank Plc.

Nel 2011, dopo aver ottenuto una decisione positiva dall'ABF, Arbitro Bancario Finanziario, inizia a  cercare maggiori informazioni in internet dove incontra e conosce, Franca Berno. Da allora diventano attiviste attive sul web per aiutare altre persone con il medesimo problema.

A maggio 2016, fonda, sempre insieme a Franca Berno, TUCONFIN - Tutela Consumatori Finanziari, sempre con lo scopo di aiutare, informare e difendere i consumatori.

Oggi, la nostra lotta comune si è trasformata nella nostra ragione di vita:

"chiunque voglia accendere un mutuo, un prestito, un leasing o qualsiasi altra forma di finanziamento non può essere coinvolto in operazioni così rischiose. I Consumatori passati, presenti e futuri devono essere tutelati." Il nostro motto? "Uniti e avanti sempre!"

Ad oggi ha ancora il mutuo in essere e sta lottando in causa perché venga ritenuta nulla la parte della rivalutazione in quanto ad oggi, a causa delle ingenti somme richieste per il cambio sfavorevole, non può abbassare la rata, cambiare casa, surrogare o estinguere anticipatamente il mutuo. Su un mutuo in Euro di 170.000€ richiesto nel 2007, il tasso CONVENZIONALE di cambio euro/chf era di 1.685.

Se vuoi saperne di più: https://it.linkedin.com/in/meneghettisheila